Apicoltura: Apicoltura : Tecnica Apistica :

ATTIVITA’ IN APIARIO

Per chi dovesse iniziare da zero l’attività apistica è bene comunicare per tempo e predisporre tutto nel migliore dei modi, ma alcune nozioni sono importanti anche per chi già svolge la professione di apicoltore.
dsc_0411_small.jpgScelta del Luogo

Si deve verificare la vicinanza delle fonti pollinifere nettarifere (meglio a non più di un km). La postazione deve essere esposta a sud-sud-est, al riparo dai venti, in luoghi non umidi, l’ombreggiatura deve esserci solo nei mesi più caldi.

epsn0005_small.jpgDisposizioni Alveare

Le arnie vanno posizionate su supporti ad almeno 30/40 cm da terra per difenderle dall’umidità. Non è consigliabile allineare le arnie in fila tutte uguali in quanto faciliterebbe la deriva.

Consigli utili per la produzione di un miele di qualità

E’ consigliabile sostituire le regine e selezionarle in base alle patologie, rendimento delle colonie, docilità, scarsa propensione alla sciamatura, comportamento igienico; L’area di raccolta deve esser lontano da fonti di inquinamento. Per produrre mieli uniflorali, cercare territorio con fioriture predominanti;

Il calendario dell' Apicoltore

Questo spazio è dedicato in modo sintetico alle attività da svolgere in apiario durante l’anno; per i particolar vi invitiamo a leggere l’assistenza pubblicata sulla nostra rivista “l’Apicoltore Italiano”. Le attività possono essere cosi schematizzate: visita alla fine dell’inverno, visita primaverile, visita estiva, visita autunnale, visita invernale.


L'APICOLTORE ITALIANO - Strada del Cascinotto, 139/30  - 10156 TORINO
Tel. 011 2427768 Fax 011 2427768 - info@apicoltoreitaliano.it
P.IVA: 07694730016